Suggerimenti culinari

CENTRO EDUCAZIONE ALIMENTARE 
E BIOLOGA NUTRIZIONISTA
A fano e provincia

Torta al cacao

preparazione torta al cacao
INGREDIENTI 
 250 ml acqua naturale a temperatura ambiente
190 g farina di tipo 1 o 2 biologica
150 g zucchero di canna 
35 g cacao amaro in polvere
16 g lievito vanigliato in polvere
6 cucchiai di olio di semi di girasole

PROCEDIMENTO
Mettere nell'impastatrice l’acqua insieme alla farina e iniziare ad impastare, aggiungere poi lo zucchero di canna e impastare ancora. Unire poi il cacao e l’olio impastare. Infine aggiungere il lievito e impastare fino ad ottenere un impasto omogeneo e cremoso. Mettere l’impasto in una tortiera con il fondo ricoperto dalla carta forno. Mettere in forno a 175-180° C per 35 minuti. 

CURIOSITÀ NUTRIZIONALI
Il cacao si ottiene dalla pianta Theobroma Cacao ed è un'importante miniera di flavonoidi, triptofano e minerali.
I flavonoidi del cacao hanno un effetto protettivo sulla salute cardiovascolare grazie alla loro capacità di modificare una serie di processi patologici coinvolti nello sviluppo delle malattie cardiovascolari.Il triptofano rappresenta un amminoacido essenziale per il nostro organismo, è coinvolto nella sintesi della serotonina, responsabile del blando effetto rilassante sull'umore e della moderata attività antidepressiva.Inoltre questo dolce è adatto anche a chi ha problemi di colesterolo alto, in quanto privo di uova, latte e burro e quindi senza grassi saturi, principali responsabili dell’ipercolesterolemia.

Pollo in salsa di arancia e finocchio

pollo con arancia e finocchio
INGREDIENTI (per 2 persone) 
300 g petto di pollo
2 arance
1 manciata di semi di finocchio
1 cipolla rossa 
sale
olio evo 2 cucchiai

PROCEDIMENTO
Lavare e tagliare la cipolla e metterla a cuocere con due cucchiai d’olio e un po’ d’acqua, una volta che si è ammorbidita aggiungere i petti di pollo e lasciar cuocere, girandoli ogni tanto. Nel frattempo spremere le due arance per ottenerne il succo. Quando la carne inizia a cambiare colore aggiungere il succo d’arancia al pollo insieme ai semi di finocchio. Coprire e lasciar cuocere per circa una decina di minuti. Salare alla fine, quando il succo si sarà ristretto fino a formare una salsina.

CURIOSITÀ NUTRIZIONALI
I semi di finocchio spesso vengono utilizzati per le loro proprietà digestive e carminative. Oltre a queste caratteristiche hanno mostrato un notevole potenziale antitumorale in particolare verso alcune forme di cancro, come quello al seno e al fegato. Le molecole in essi contenuti, come flavonoidi, terpeni, alcaloidi e steroli (acido gallico e L-limonene), sono infatti in grado di proteggere le cellule dallo stress ossidativo causato dai radicali liberi.

Tagliatelle al farro primaverili

spaghetti e farro
INGREDIENTI per 2 persone 
160 g tagliatelle al farro 
1 spicchio d’aglio
2 carciofi
1 limone
100 g piselli freschi sgusciati
300 g asparagi
1 cipolla
2 carote 
1 zucchina
4 cucchiai d’olio evo
sale

PREPARAZIONE
Iniziare con la preparazione del brodo vegetale: tagliare in pezzi grossolani cipolla carote e zucchina. Mettere le verdure in un tegame con abbondante acqua, un pizzico di sale e un cucchiaino d’olio. Far bollire per circa 20 minuti, le verdure dovranno ammorbidirsi. Nel frattempo sgusciare i piselli e tenerli da parte. 
Pulire i carciofi: preparare una ciotola con dell’acqua acidulata con succo di un limone. Tagliare la punta, il gambo, e togliere le foglie esterne più dure fino ad ottenere il cuore del carciofo. Tagliarlo a metà e togliere con un coltello la barbetta interna. Immergere il carciofo nell'acqua acidulata per non farlo annerire. Poi taglialo in piccoli pezzi. Lavare gli asparagi, eliminare la parte finale del gambo e tagliare il resto a piccole rondelle. Sollevare con un mestolo bucherellato le verdure del brodo ormai ammorbidite e metterle da parte (potranno essere poi utilizzate come contorno, riscaldate e condite con olio, sale, curcuma e pepe nero). Preparare una pentola con 1 cucchiaio d’olio e un cucchiaio d’acqua, far scaldare lo spicchio d’aglio. Aggiungere i carciofi e gli asparagi e far cuocere circa 10 minuti aggiungendo un po’ di brodo vegetale. Poi aggiungere i piselli, aggiungendo altro brodo vegetale. Lasciar cuocere altri 20 minuti circa, aggiungendo un po’ di brodo se necessario. Quando le verdure si saranno ammorbidite e l’acqua è totalmente evaporata, assaggiare per verificare la sapidità e spegnere il fuoco. Allungare il brodo rimasto con dell’acqua e rimettere sul fuoco. Quando l’acqua bolle versare le tagliatelle, che saranno pronte in circa 4 minuti. Scolarle e aggiungerle al condimento di verdure. Impiattare con un filo d’olio crudo e una spolverata di parmigiano. 

CURIOSITÀ NUTRIZIONALI
Gli asparagi, pianta appartenente alla famiglia delle Liliaceae, sono ortaggi tipicamente primaverili. Ne esistono diverse varietà: verdi, bianchi, violacei, differenti per sapore ma accomunati dalle stesse proprietà nutrizionali. Sono ipocalorici, ricchi di fibre, di vitamine (C, A ,B) e di sali minerali. Molto ricchi in potassio e poveri di sodio, caratteristica che li rende ottimi diuretici. Possiedono inoltre diversi composti antiossidanti come acido ferulico, quercetina e rutina, che li rendono una buona arma di prevenzione nei confronti di alcune tipologie tumorali.

Farfalle integrali alle verdure

INGREDIENTI per 2 persone 
160 g pasta integrale biologica (farfalle)
1 zucchina
1 carota
50 g porro
40-50 g cipolla rossa
1 cucchiaino di curcuma
Pepe nero
Sale
40 g olio evo

PREPARAZIONE
Mettere a bollire l’acqua per la pasta. Lavare le verdure. Tagliare a pezzettini il porro e metterlo in padella con un po’ d’olio e un po’ d’acqua, tagliare la cipolla a dadini e aggiungerla al porro, iniziare a cuocere. Nel frattempo tagliare a dadini la carota e aggiungerla in padella e tagliare infine la zucchina sempre a dadini e aggiungerla alle altre verdure . Aggiungere il sale, la curcuma e il pepe. Lasciar cuocere le verdure per circa 8-10 minuti, alla fine dovranno risultare leggermente croccanti. Spegnere il fuoco, scolare la pasta e mescolarla alle verdure, aggiungere un ciuffo di prezzemolo tagliuzzato. Per rendere il piatto completo dal punto di vista nutrizionale aggiungere parmigiano grattugiato o in scaglie.

CURIOSITÀ NUTRIZIONALI
La pasta integrale, a differenza della pasta raffinata (bianca), è ricca di fibre che non solo aiutano a regolare la peristalsi intestinale, ma rappresentano anche il “nutrimento” per la flora batterica intestinale, che permette di migliorare la salute del colon e dell’intero organismo. Un consumo regolare di cereali integrali, infatti, riduce la pressione sanguigna, il rischio cardiovascolare, l’insorgenza di diabete e di patologie tumorali. Nella parte rimossa tramite raffinazione troviamo anche: vitamina E, potente antiossidante, oltre a sali minerali come calcio, ferro, fosforo, magnesio e l’intero complesso vitaminico B. Queste sono importanti molecole che vengono completamente perdute nel prodotto raffinato (pasta bianca ad esempio). Perché scegliere un prodotto integrale biologico? Perché l’agricoltura non biologica fa spesso uso di diversi tipi di pesticidi, i quali si accumulano nella parte esterna del cereale (nella crusca). Inoltre il prodotto integrale non biologico spesso è un prodotto raffinato con aggiunta successiva di crusca, quindi non solo non è realmente un prodotto integrale, ma gli viene aggiunta anche una parte ricca di sostanze potenzialmente dannose. Con una pasta integrale biologico, invece, abbiamo la garanzia di acquistare un prodotto ottenuto veramente dal chicco integrale (senza aggiunta di crusca successiva), e con un minor contenuto di contaminanti.

Per ricevere altre suggerimenti culinari sani, gustosi e personalizzati chiama la dottoressa al numero +39 388 7823138

Share by: